Dal Vangelo secondo Marco
Si recarono da Gesù portando un paralitico, sorretto da quattro persone. Non potendo però portarglielo innanzi, a causa della folla, scoperchiarono il tetto nel punto dove egli si trovava e, fatta un'apertura, calarono la barella su cui era adagiato il paralitico. Gesù, vedendo la loro fede, disse al paralitico: «Figlio, ti sono perdonati i peccati». Erano seduti là alcuni scribi e pensavano in cuor loro: «Perché costui parla così? Bestemmia! Chi può perdonare i peccati, se non Dio solo?». E subito Gesù, conoscendo nel suo spirito che così pensavano tra sé, disse loro: «Perché pensate queste cose nel
vostro cuore? Che cosa è più facile: dire al paralitico "Ti sono perdonati i peccati", oppure dire "Àlzati, prendi la tua barella e cammina"? Ora, perché sappiate che il Figlio dell'uomo ha il potere di perdonare i peccati sulla terra, dico a te - disse al paralitico –: àlzati, prendi la tua barella e va' a casa tua». Quello si alzò e subito prese la sua barella, sotto gli occhi di tutti se ne andò, e tutti si meravigliarono e lodavano Dio, dicendo: «Non abbiamo mai visto nulla di simile!».

Idea forza

Ti sono perdonati i peccati!

Riflessione

Gli amici portarono il paralitico alla presenza di Gesù affinché fosse guarito. Anche noi, e facciamo bene, ricorriamo spesso a Dio per chiederGli aiuto nei problemi e nelle ansie che ci preoccupano. Gesù, come sempre, guarda più in profondità. Lui ascolta la nostra preghiera, mirando al vero male che si annida spesso nei nostri cuori, che guasta la realtà più preziosa che
abbiamo: il nostro rapporto con Dio, con noi stessi, con il prossimo. Questo male, lo sappiamo, è il Peccato. In un piccolo momento di silenzio, possiamo riflettere sull’importanza di avere relazioni costruttive con gli altri; chiedere perdono a Dio per qualche nostra mancanza, ed eventualmente proporci di ricevere presto il Suo Perdono nel sacramento della Riconciliazione.

Preghiera

Padre Nostro
Maria, madre della Chiesa, prega per noi.
San Giuseppe, prega per noi.
Beato Luigi Caburlotto, prega per noi.

© Sangiuseppecab.it - Tutti i diritti riservati
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram